dietosofia

Il bisogno di pane, la sete di conoscenza, la voglia di felicità … dietosofia @ gmail.com

Dietosofia

Ben altrimenti mi interessa un problema dal quale dipende la salvezza dell’umanità molto più che da qualche curiosità da teologi: il problema della alimentazione.(4) NIETZSCHE, Ecce Homo

Fa che il cibo sia la tua medicina  e che la tua medicina sia il cibo. Ippocrate

Facendo tutt’uno dell’etica e dell’estetica, la dietetica diventa scienza della soggettività. Il pensare creativo, il sentimento, la volontà sono le tre realtà spirituali attraverso le quali l’uomo sperimenta e realizza la sua umanità nel recinto della sua libertà. Polarmente alla spirito, quindi nel materico quotidiano, la prima necessità dell’uomo è la sopravvivenza attraverso l’alimentazione e quindi, in secondo luogo, la riproduzione della specie. Così come abbiamo poca o quasi nessuna coscienza della nostra attività pensante, analogamente riteniamo l’alimentazione un fatto dovuto, una necessità, alla quale dedichiamo  poca e insufficiente attenzione. Indichiamo come ‘Dietosofia‘ questo movimento scientifico-filosofica  che vuole raccogliere, in un concetto olistico, tutte le conoscenze umane in campo scientifico, filosofico, spirituale, agricolo, esperenziale. Al di la delle mode e delle scienze esatte dell’alimentazione siamo quindi assai favorevoli ad un approccio empirico, pragmatico e sperimentale rispetto alla naturale necessità dell’uomo di alimentarsi, convinti del fatto che l’ingestione di un qualsiasi alimento è il problema e la sua relativa digestione la soluzione, paradossalmente quindi il digiuno è la migliore alimentazione. Non esistono alimenti che fanno bene in assoluto così come le forze contenute nelle sostanze di cui ci alimentiamo hanno un effetto differenziato da individuo a individuo. Una chiave di lettura di queste differenziazioni, per noi abbastanza convincente, è un’alimentazione sicuramente naturale e stagionale che fa riferimento al proprio gruppo sanguigno. Solo un secolo fa (1901) venivano individuati i diversi gruppi sanguigni e solo da qualche anno siamo in grado di leggere il nostro genoma; questo percorso scientifico in atto sta ad indicarci l’analogo percorso evolutivo umano verso la sua sempre maggiore individualizzazione espressa da Rudolf Steiner (5) nel concetto di ‘individualismo etico’.

Un serio orientamento a tale approccio è fornito dal dott. Piero Mozzi (coop. mogliazze) che si avvale della sua trentennale esperienza medica e agricola-alimentare.

L’intera umanità si divide, con percentuali diverse, nei quattro principali gruppi sanguigni:

Gruppo ‘O’ –  Cacciatore – Raccoglitore – Esploratore

Gruppo ‘A’  – Insegnante – Guerriero – Esploratore

Gruppo ‘B’ – Nomade – Guerriero – Esploratore

Gruppo ‘AB’ – Nomade – Guerriero – Esploratore – Insegnante. Circa il 5% del totale.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

dicembre: 2016
L M M G V S D
« Apr    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 6 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: