dietosofia

Il bisogno di pane, la sete di conoscenza, la voglia di felicità … dietosofia @ gmail.com

La dieta del futuro è nel Dna

Dimenticate le calorie. La nuova chiave di volta per il benessere e la salute si chiama nutrigenomica che permetterà, attraverso lo studio del fenotipo, di elaborare il corretto regime alimentare. Che il cibo non sia tutto uguale lo sappiamo. Ma che uno stesso alimento possa avere funzioni ed effetti diversi da individuo a individuo è un concetto assolutamente nuovo intorno a cui ruota quella che gli esperti definiscono la scienza del futuro: la nutrigenomica.

I principi su cui si basa sono innovativi e antichi al tempo stesso: già Ippocrate affermava nel 450 a.C. che gli alimenti sono in grado di influenzare l’organismo, oggi il pensiero va oltre sostenendo che impostare le diete in termini generici di calorie è concettualmente errato perché non tiene in considerazione le variabili individuali legate alla genetica. Ognuno di noi possiede un genotipo, espresso nelle eliche del Dna e non modificabile, ma anche un fenotipo, che è il frutto dell’interazione tra il genotipo e l’ambiente (alimentazione e stili di vita). La proporzione tra i due è 30 a 70: ciò significa che ogni persona è in grado di influenzare al 70% la sua salute e la predisposizione alle malattie. Il dato, diffuso nel corso del convegno dedicato alla nutrigenomica nell’ambito della rassegna Il sapore del sapere, è sconvolgente: le malattie incurabili come il cancro sono dovute ad errori alimentari nel 33% dei casi. Sotto accusa sono principalmente additivi e conservanti alimentari, chimici e inquinanti, ma anche gli elementi che condizionano negativamente il nostro fenotipo, come quelli presenti nella carne rossa.

La nutrigenomica può detossificare l’organismo da queste sostanze. È la sfida del futuro, riassunta in un motto efficace: mangia giusto in rapporto al tuo fenotipo. «Le diete del futuro saranno messe a punto a partire dalla mappatura del Dna – spiega Giuseppe Di Fede, direttore sanitario dell’Istituto di medicina biologica e di medicina preventiva a Milano –. Un test attendibile, veloce (8 secondi), non invasivo (si realizza da un prelievo di saliva) e molto meno costoso rispetto al passato. Sarà il check up degli anni a venire, che si farà una sola volta nella vita e potrà sostituire i classici esami del sangue.

Una dieta basata sul proprio fenotipo sarà la prima arma di prevenzione per passare da una sanità che cura a una che mantiene sani». Il modello di riferimento per tutti si chiama L.E.A.N. Program: Lifestyle, Exercise, Attitude, Nutrition. A giocare un ruolo chiave nella partita del futuro, dieteticamente e non solo, saranno le sostanze in grado di agire sul Dna favorendo la sua corretta trasmissione: acidi grassi polinsaturi Omega3, vitamina A e acido folico in testa. Siete pronti per la rivoluzione?

Serena Scotti (17.10.11)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 10 febbraio 2012 da in scienza con tag .
febbraio: 2012
L M M G V S D
    Mar »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829  

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 6 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: